La mia foto
Firenze, Italy
agartproject@gmail.com

mercoledì 2 gennaio 2013

sedata pacatezza

cos'è stato ieri?
Solo un giorno troppo lontano.
E del domani, cosa resta?
Niente bicchieri colmi di allegria;
solo l'odore dolciastro di benzodiazepine.

8 commenti:

  1. Non so perché tu sia tanto cupo di recente.
    Qualcosa di amarissimo e tagliente ti ha ferito nel profondo. Evidentemente.

    Ti capisco.
    T'abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ti ringrazio mia. Siamo tutti feriti, è il coagulare che non è per tutti uguale. Dolce sera a te

      Elimina
  2. Sento forza in questi versi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sento qualcosa di diverso, ma non lo so esprimere. A presto George

      Elimina
  3. e del domani, cosa resta?

    Una riga che esce dall'ordinario, apre orizzonti inesplorati. Sto valutando risposte alla tua domanda, ma non ne ho di pari livello... solo vorrei dire che del domani non resta niente tra le mani, perché le mie sono piene dei doni che arrivano oggi. Anche sotto i dolori puoi trovare doni. Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cosa sarà di noi? E' davvero così importante? Buona giornata Giorgia

      Elimina
  4. Lascia che siano le giornate ovattate d'ordinario a dipingere..il futuro....un abbaraccio..se posso..alma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Alma. Il vento scivola addosso, basta non opporre resistenza.

      Elimina