La mia foto
Firenze, Italy
agartproject@gmail.com

domenica 13 maggio 2012

l'odio

coltivo l'odio, ed è un giardino sempre verde,
mani sapienti ad innaffiarne fiori e spine.
Che le farfalle create in notti insonni
si frantumino in mille pezzi
e che la figura appesa al muro
continui a coprirsi gli occhi per non vedere.
Quando arriverà l'ultimo giorno
sarà un giorno speciale.
Stringetevi attorno e restate vicini,
lasciatemi andare sereno,
non permettete di rovinarlo a presenze sgradite.
In ogni verso troverete
tutto ciò che non vi ho mai detto,
in quei versi che oggi non leggete.

7 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. "IO" – Reinaldo Arenas

      "Io sono quel bambino con la faccia rotonda e sporca,
      che in ogni angolo ti infastidisce con il suo "mi dai una monetina?"
      Io sono quel bambino con la faccia rotonda e sporca, certamente non voluto,
      che da lontano contempla gli autobus, in cui gli altri bambini ridono forte
      e fanno salti molto grandi.
      Io sono quel bambino antipatico con la faccia sporca che ti guarda sotto gli enormi lampioni illuminati,o sotto le puttane anch’esse illuminate.
      O davanti alle fanciulle che sembrano lievitare.
      Io sono quel bambino antipatico con la faccia sporca che proietta l’insulto della sua faccia sporca.
      Io sono quell’antipatico bambino di sempre arrabbiato e solo,
      e ti lascia l’insulto di quell’arrabbiato bambino di sempre e ti avverte:
      se ipocritamente mi accarezzi sulla testa io colgo l’occasione di rubarti il portafoglio.
      Io sono il bambino con la faccia sporca davanti al panorama di terrore imminente,
      lebbra imminente, pulci imminenti, di offese e crimini imminenti.
      Io sono quel bambino dispettoso che improvvisa un letto con un vecchio scatolone
      e che aspetta, certo che verrai con me”.

      Elimina
    2. I bambini antipatici ed arrabbiati, soprattutto se hanno la faccia sporca, si portano dentro pezzi di inferno.

      Nessuno andrà a cercarli.

      Elimina
    3. Nessuno mia, come ben sai.

      Elimina
  3. Se il bene che facciamo è fatto male
    conviene fare il male - e farlo bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è sufficiente non farsi troppo male, o non farsi far fare troppo male...saper amare...saper odiare...

      Elimina